Abusi edilizi su area demaniale

0 Sentenza del Consiglio di Stato, conferma il principio della norma in vigore sugli abusi edilizi su aree demaniali.
image_print

Nel caso di abusi edilizi su aree demaniali – disciplinato dall’art.35 (T.U.) D.P.R  6/6/2001 n°380 –  la norma è chiara. L’ente locale non ha spazi discrezionali poiché, una volta accertato l’abuso, “deve” provvedere alla rimozione dello stesso, con le spese a carico del responsabile dell’abuso, indipendentemente dalla data dell’abuso stesso (T.A.R. Basilicata 06/04/2012 n°168). Lo stesso principio viene confermato dal Consiglio di Stato (Sez. V 21-04-2016 n°1581): “L’amministrazione, ai sensi dell’art. 35 d.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 (T.U. Edilizia) è tenuta (recte è vincolata) ad adottare la misura ripristinatoria anche a notevole distanza di tempo dalla commissione dell’abuso edilizio, non incontrando la relativa potestà alcun termine di prescrizione”.

Lascia Una Risposta