Assicurare la casa dal terremoto, aumento del 18% nell’ultimo anno

0 Assicurare la casa dal terremoto, aumento del 18% nell'ultimo anno. Cerchiamo di capire da un’analisi di Facile.it.
image_print

I tragici avvenimenti di questo triste periodo, con le varie sciagure naturali e terremoti che si sono succeduti nel centro Italia, ha posto al centro dell’attenzione il modo di proteggere le nostre abitazioni attraverso le polizze assicurative. Da un’analisi fatta dal portale Facile.it, si evince che nell’ultimo anno si è registrato un aumento delle richieste di assicurazioni per le case pari al 18%, con una picco nel mese di agosto, nei tragici giorni di Amatrice, del +52% di richieste. Ma è necessario che si abbia una approfondita conoscenza dei prodotti assicurativi che possono avere varie coperture e obblighi, pertanto è necessario una analisi attenta del prodotto che si vuole utilizzare. Esistono due tipologie di assicurazioni per la casa, la prima che riguarda il contenuto dell’immobile mentre l’altra è per la sua struttura e copre i danni causati dagli eventi  naturali, ma non sempre alluvioni e terremoti rientrano fra questi. Anche nel caso in cui la polizza copra i danni da terremoto, questi non valgono se la costruzione si trova a meno di 25 metri di distanza da un campanile oppure se è già stata danneggiata da un sisma e mai completamente ristrutturata. Analizzando il profilo dei richiedenti, hanno un età media tra i 35 e i 44 anni e risiedono principalmente tra Lombardia, Lazio, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. Esaminando i costi, questi possono avere più variabili e aumentano del 25% se non è una prima casa ma la seconda. Mentre per le assicurazioni che si occupano del contenuto dell’immobile, il prezzo dipende proprio dal valore degli oggetti presenti nell’abitazione stessa. Possono stipularla non sono solo i proprietari, ma anche gli affittuari ed esiste anche un prodotto, chiamato “ad uso locativo”, in cui si assicurano sia i beni conservati, sia gli inquilini a cui verrebbe chiesto un risarcimento nel caso di danni alla struttura.

 

Lascia Una Risposta