Esenzione dell’imposta di registro per chi acquista la prima casa all’asta

0 Novità dal Parlamento per chi acquista la prima casa all’asta, infatti si prevede l’esenzione dell’imposta di registro sostituita da una tassazione fissa.
image_print

Novità ci potrebbero essere dal Parlamento per chi acquista immobili alle aste giudiziarie. Infatti si prevede l’esenzione dell’imposta di registro del 9% per gli acquisti di immobili all’asta, sostituita da una tassazione fissa di 200 euro senza l’obbligo di dover rivendere l’immobile entro 24 mesi, se si tratta di una prima casa. Quindi se un privato compra la prima casa all’asta, potrà usufruire della tassa fissa di registro a 200 euro senza l’obbligo di rivendere l’immobile entro 2 anni. Inoltre può usufruire dello sconto anche chi svolge attività d’impresa, anche se per questi soggetti vi è l’obbligo di non rivendere l’immobile entro due anni dall’acquisto.

Lascia Una Risposta