Salta l’emendamento contro le banche nell’immobiliare

0 Salta l'emendamento contro le banche nell'immobiliare, il governo ha posto la fiducia al decreto “Salva­banche”.
image_print

Salta l’emendamento contro le banche nell’immobiliare, infatti il governo ha posto la fiducia al decreto “Salva­banche”, impedendo di votare l’emendamento appoggiato da Fiaip (federazione italiana agenti immobiliari professionali) e sottoscritto da più di 70 senatori di tutti gli schieramenti. Dura la presa di posizione dell’associazione che con il Presidente Nazionale Paolo Righi, ribadisce che “il Governo presieduto dall’On. Paolo Gentiloni con la fiducia posta sul Decreto ­Legge “salva banche”, riconferma la continuità con il Governo Renzi. Saranno i cittadini, le imprese e i professionisti a pagare per le colpe di amministratori allegri che in questi anni hanno depauperato alcune banche” e che cosi “sfugge al confronto parlamentare e ancora una volta ha impedito di votare sugli emendamenti proposti da tutte le forze politiche. E tutto ciò, per Fiaip, è ancora più grave in quanto l’esecutivo non ha tenuto conto della volontà trasversale di tutti gli schieramenti politici di maggioranza ed opposizione che hanno chiesto, a più voci, con un emendamento al Decreto ­Legge “salva banche” la netta separazione tra mercato immobiliare e creditizio”.

Lascia Una Risposta